Cripto per consulenti: l'intelligenza artificiale, uno strumento strategico per le società finanziarie

Lynda Koster di Growthential sottolinea l'importanza di adottare e integrare strategicamente l'intelligenza artificiale generativa nel mondo degli affari, in particolare nella consulenza finanziaria, per navigare nel panorama tecnologico in evoluzione e mantenere un vantaggio competitivo.

AccessTimeIconJan 11, 2024 at 4:45 p.m. UTC
Updated Mar 9, 2024 at 6:00 a.m. UTC

L’intelligenza artificiale ha dominato le notizie nel 2023. Man mano che questa Tecnologie emergente si evolve insieme ai casi d’uso, ha il potenziale sia per essere una risorsa di aiuto per le aziende sia per rappresentare una minaccia competitiva. In che modo i consulenti finanziari si adatteranno a questa Tecnologie e affronteranno potenzialmente una minaccia competitiva poiché anche i clienti avranno accesso agli strumenti di intelligenza artificiale per gli investimenti?

Esistono domande sulla governance e sulla proprietà dei dati. Il 2024 sarà l’anno dell’adozione dell’IA nei servizi finanziari?

  • Key Events You Shouldn't Miss at Consensus 2024
    02:13
    Key Events You Shouldn't Miss at Consensus 2024
  • What to Expect From Consensus 2024
    11:19
    What to Expect From Consensus 2024
  • Will Solana and Altcoins Dominate the Market Next?
    13:29
    Will Solana and Altcoins Dominate the Market Next?
  • What's Next for FIT21?
    07:15
    What's Next for FIT21?
  • Lynda Koster di Growthential fornisce una panoramica di come l'intelligenza artificiale può essere sfruttata come vantaggio strategico per le società finanziarie.

    Buona lettura.

    SM

    Stai leggendo Crypto for Advisors , la newsletter settimanale di CoinDesk che decompone le risorse digitali per i consulenti finanziari. Iscriviti qui per riceverlo ogni giovedì.

    Leadership strategica nell’era dell’intelligenza artificiale generativa

    Il panorama globale odierno in rapida evoluzione offre sfide e opportunità ai leader aziendali. Si confrontano con continue interruzioni e l’intelligenza artificiale generativa è un motore significativo di alcuni di questi cambiamenti. Ogni giorno emergono nuove informazioni e sviluppi, rendendo difficile per i leader decidere la migliore linea d’azione.

    In questo contesto dinamico, l’adozione di un atteggiamento passivo potrebbe mettere a repentaglio il progresso. È essenziale che i leader comprendano tempestivamente sia l’immenso potenziale che i rischi associati dell’IA generativa. In caso contrario, si potrebbero perdere opportunità e perdere terreno competitivo a favore dei rivali che sono più agili nel testare e adottare le capacità emergenti dell’intelligenza artificiale.

    ONE domanda comune è se l’importanza dell’intelligenza artificiale generativa sia semplicemente una montatura. Anche se alcuni potrebbero esagerare la realtà di dove sono oggi alcune delle capacità, non si può negare il suo potere di trasformazione. Utilizzando gli approfondimenti della storia e delle precedenti rivoluzioni tecnologiche, i leader possono comprendere e affrontare meglio questa fase dell’intelligenza artificiale.

    Storicamente, lo scetticismo iniziale sull’avvento di Internet si è trasformato nel riconoscimento del suo enorme impatto. Allo stesso modo, il boom degli strumenti Tecnologie di marketing offre lezioni sulle insidie ​​di un’adozione affrettata senza una strategia. La rivoluzione dell’intelligenza artificiale generativa, pur rispecchiando le tendenze tecnologiche del passato, è unica per il suo rapido sviluppo e i suoi potenziali impatti. Questo ritmo accelerato è dovuto alle infrastrutture esistenti e ai precedenti progressi tecnologici, oltre al loro rilascio alle masse.

    Rapporti recenti evidenziano la crescente adozione dell’intelligenza artificiale. Pertanto, per sfruttarne i vantaggi ed evitare le sfide, le aziende dovrebbero trarre insegnamento dalle lezioni del passato e dalle conoscenze attuali.

    Nel campo della consulenza finanziaria, l’intelligenza artificiale ha il potenziale per diventare uno strumento indispensabile per i consulenti finanziari, un gruppo il cui lavoro si basa fortemente sulle capacità intellettuali e sul processo decisionale basato sulla conoscenza. L’intelligenza artificiale generativa, in particolare, è destinata ad aumentare le capacità dei consulenti finanziari, aumentando al contempo l’efficienza, consentendo una gestione e un utilizzo sofisticati della loro proprietà intellettuale (IP) quando sfruttata all’interno di ambiti sicuri e non pubblici.

    Vengono sollevate domande su come continuare a fornire valore aggiunto e differenziato quando clienti e concorrenti hanno accesso agli stessi strumenti emergenti e al nuovo livello di intelligence offerto da queste piattaforme. Inoltre, viene sottolineato che questa Tecnologie non replica gli elementi Human di empatia, fiducia, emozione e connessione personale, che sono i pilastri della relazione cliente-consulente.

    Ciò sta spingendo i consulenti finanziari ad andare oltre la concentrazione su strumenti o tecnologie specifici. Stanno invece valutando il modo in cui l’intelligenza artificiale si integra nelle loro strategie individuali o negli obiettivi generali della loro azienda, nella cultura, nelle esigenze dei clienti, nella sicurezza informatica, Privacy e nei requisiti di conformità.

    Riconoscere i vantaggi e le sfide dell’intelligenza artificiale, in particolare nella consulenza finanziaria, evidenzia il suo impatto più ampio sulla loro strategia indipendente o organizzativa. Ciò va oltre l’adozione Tecnologie, comprendendo la pianificazione degli scenari e la gestione del cambiamento. Man mano che gli individui e le aziende incorporano l’intelligenza artificiale nei loro flussi di lavoro e nelle loro operazioni, devono adattare le loro strategie e mentalità per diversi scenari futuri, preparandosi ai cambiamenti significativi che l’intelligenza artificiale introduce per mantenere resilienza e agilità in un ambiente aziendale dinamico. La natura in evoluzione del lavoro richiede riqualificazione e apprendimento costante. T si tratta solo di implementare software, ma di rimodellare la cultura e la mentalità dell'organizzazione per un mondo basato sull'intelligenza artificiale.

    Mentre affrontiamo le complessità dell’era dell’intelligenza artificiale generativa, è fondamentale che gli individui e le aziende rimangano informati e proattivi. Le lezioni del passato e le realtà del presente offrono un messaggio chiaro: il successo dipende dalla pianificazione strategica e dalla volontà di abbracciare il cambiamento. Per chi opera nel campo della consulenza finanziaria e non solo, non si tratta solo di adottare nuove tecnologie, ma di integrarle in un modo che sia in linea con la visione a lungo termine e gli standard etici della propria organizzazione. La strada da percorrere non è priva di sfide, ma dando priorità all’apprendimento continuo e all’adattabilità, le aziende possono sfruttare l’intelligenza artificiale non solo per soddisfare le esigenze di oggi, ma anche per prosperare, definendo gli standard per il futuro.

    - Lynda Koster, cofondatrice e socio amministratore, Growthential

    Chiedi a un esperto: superare l'hype sull'intelligenza artificiale

    D: L’intelligenza artificiale è così dirompente come suggerisce l’hype?

    Dipende dove stai guardando. In un rapporto sul futuro dell’intelligenza artificiale generativa , McKinsey & Company ha esaminato il potenziale dell’automazione del lavoro in diversi settori e ha scoperto che il lavoro basato sulla conoscenza era quello più incline a subire interruzioni a causa dell’intelligenza artificiale generativa. La formazione della forza lavoro, ad esempio, è altamente suscettibile all’automazione, mentre l’agricoltura e i trasporti lo sono meno. Anche le industrie creative, come i media e le arti, erano in cima alla lista.

    D: Come dovrei considerare l'utilizzo dell'intelligenza artificiale nella mia organizzazione?

    Anche nei settori che sono maturi per la rivoluzione dovuta all’intelligenza artificiale, come il marketing, è più probabile che si trovi l’utilizzo dell’intelligenza artificiale generativa nelle aziende di piccole e medie dimensioni, poiché tendono ad essere più disposte a sperimentare. L’uso dell’intelligenza artificiale generativa è spesso un fenomeno dal basso verso l’alto, in cui gli individui di un’organizzazione trovano efficienza applicando gli strumenti al loro lavoro specifico, di solito con molti tentativi ed errori, e talvolta senza nemmeno dirlo al loro datore di lavoro . Affinché un'organizzazione possa sbloccare il potenziale dell'intelligenza artificiale generativa su larga scala, dovrà investire tempo e competenze nella ricerca dei modelli disponibili e quindi creare strumenti che astraggano il noioso lavoro di trovare i suggerimenti giusti (noto anche come prompt engineering) in modo che l'output dell'intelligenza artificiale sia ragionevolmente coerente.

    D: Quali sono i rischi nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale generativa?

    Sebbene l’intelligenza artificiale generativa possa creare testo, immagini e video quasi istantaneamente, ci sono alcune preoccupazioni generali riguardo al contenuto che crea:

    Legale: i modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) che alimentano i servizi di intelligenza artificiale generativa utilizzano enormi quantità di dati di addestramento, raccolti dal web aperto. Mentre la "scansione" dei contenuti Internet è una pratica standard per i motori di ricerca, i servizi di intelligenza artificiale creano contenuti completamente nuovi basati su tali informazioni, in genere senza collegarli o addirittura accreditarli. Ciò potrebbe costituire una violazione del copyright, alla base della recente causa intentata dal New York Times contro OpenAI , il Maker di ChatGPT.

    Sicurezza: è possibile utilizzare LLM, intenzionalmente o meno, in modi che creano contenuti fuorvianti o offensivi e potrebbero persino essere di natura criminale (si pensi ai deepfakes). Le aziende di intelligenza artificiale di solito costruiscono guardrail nei loro modelli che riducono la probabilità che ciò accada, ma poiché il modo in cui i LLM creano risposte T è completamente compreso, è impossibile eliminarlo completamente. Inoltre, una correzione eccessiva per gli output “non sicuri” può rendere il modello complessivamente meno utile.

    Qualità: gli strumenti di intelligenza artificiale a volte creano allucinazioni (essenzialmente inventano fatti e li dichiarano con estrema sicurezza), il che ha portato a diversi incidenti imbarazzanti in cui contenuti generativi sono stati pubblicati o utilizzati senza un'adeguata verifica. Questi casi sottolineano la necessità di una supervisione Human di qualsiasi processo basato sull’intelligenza artificiale (noto anche come “Human in the loop”). Ma anche quando l’intelligenza artificiale fa le cose per bene, la scrittura può spesso sembrare elementare e senz’anima. Il desiderio di migliorare i risultati "pronti all'uso" dei LLM sta creando domanda di competenze di messa a punto e ingegneria tempestiva.

    Pete Pachal , fondatore di The Media Copilot

    KEEP a leggere

    Secondo l'ultima ricerca di Arizent, la maggior parte dei consulenti è ottimista riguardo all'intelligenza artificiale.

    OpenAI ha definito il "rigurgito" dei contenuti del NY Times un "bug RARE " in una dichiarazione recentemente pubblicata in risposta alla causa del NY Times contro OpenAI e Microsoft.

    L'importanza di avere buoni dati in entrata e in uscita; la SEC ha annunciato che il suo account X (ex Twitter) è stato compromesso dopo che martedì 9 gennaio è stato diffuso un tweet in cui si affermava che gli ETF spot Bitcoin erano stati approvati. Loro non erano. In che modo l’intelligenza artificiale gestirà la disinformazione?

    Editor Bradley Keoun.

    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.