Un bug che ha distrutto l'8% dei validatori di Ethereum suscita preoccupazioni per un'interruzione ancora più grande

La maggior parte dei validatori di Ethereum si affida allo stesso software per alimentare le proprie operazioni. Secondo alcuni esperti questo potrebbe essere un grosso rischio.

AccessTimeIconJan 22, 2024 at 10:13 p.m. UTC
Updated Mar 8, 2024 at 8:29 p.m. UTC

Ethereum ha appena avuto ONE di quei momenti in cui la grande storia è ciò che T è andato storto.

Domenica un bug nel software client Nethermind di Ethereum, utilizzato dai validatori della blockchain per interagire con la rete, ha messo fuori combattimento una parte degli operatori chiave della catena.

  • Crypto Is 'Waking Up' to Real World Assets: Securitize CEO
    14:25
    Crypto Is 'Waking Up' to Real World Assets: Securitize CEO
  • Bringing Real World Assets on Chain Makes Them 'More Productive,' Securitize CEO Says
    00:57
    Bringing Real World Assets on Chain Makes Them 'More Productive,' Securitize CEO Says
  • What Does State Inquiry Mean for Ethereum?
    05:25
    What Does State Inquiry Mean for Ethereum?
  • Solana Passes Ethereum on DEX Volume
    01:15
    Solana Passes Ethereum on DEX Volume
  • È stato un incidente gestibile, ma l'episodio ha rilanciato un dibattito a lungo latente nell'ecosistema Ethereum sulla necessità di "diversità dei clienti". Alcuni esperti hanno colto l'occasione per sottolineare quanto sarebbero potute andare male le cose se un altro software client, Geth, il client di esecuzione più popolare della catena, fosse uscito; la domanda è se Ethereum avrebbe potuto continuare a funzionare poiché Geth si distingue come un possibile singolo punto di fallimento per la rete.

    Nethermind alimenta circa l'8% dei validatori che gestiscono Ethereum e il bug di questo fine settimana è stato abbastanza critico da mettere offline quei validatori. Ethereum è rimasto attivo e funzionante nonostante il problema e gli sviluppatori di Nethermind hanno rilasciato una patch che risolve il problema in poche ore. La conseguenza principale del bug è stata che modeste sanzioni finanziarie sono ricadute su alcuni validatori basati su Nethermind, ma l'incidente di Nethermind ha fatto seguito a un'interruzione simile all'inizio di gennaio che ha avuto un impatto su Besu, il software client dietro circa il 5% dei validatori di Ethereum.

    Le interruzioni consecutive hanno riacceso una vivace discussione su X, la piattaforma precedentemente nota come Twitter, attorno al persistente problema di Ethereum con la diversità dei clienti. L'idea è che la rete diventa più resiliente se non dipende da alcun singolo software client.

    Circa l'85% dei validatori di Ethereum sono attualmente gestiti da Geth, e le recenti interruzioni dei client di esecuzione più piccoli hanno rinnovato le preoccupazioni che la posizione dominante sul mercato di Geth potrebbe comportare gravi conseguenze se mai ci fossero problemi con la sua programmazione.

    Geth, che sta per "Go Ethereum", è sviluppato e gestito principalmente dalla Ethereum Foundation, la principale organizzazione no-profit che supporta lo sviluppo Ethereum . Geth T è stato totalmente immune da bug (nessun software lo è) , ma non ha mai sofferto di interruzioni critiche come quelle che hanno colpito Nethermind e Besu. Se così fosse, le conseguenze sarebbero molto più gravi per Ethereum.

    A seconda della natura del bug, un problema tecnico Geth potrebbe fermare l'intera rete, rendendo impossibile per i validatori aggiungere nuovi blocchi alla blockchain. Ethereum è anche programmato per penalizzare i validatori che cadono offline o infrangono le regole della rete, il che significa che migliaia di validatori basati su Geth potrebbero essere ritenuti finanziariamente responsabili in caso di bug, e le sanzioni potrebbero diventare ancora più grandi se il bug si rivelasse difficile da correggere.

    In particolare, alcuni dei principali servizi che mettono in gioco Ethereum per conto degli utenti – trasformando di fatto le persone in validatori con meno grattacapi – si affidano a Geth per potenziare le loro operazioni.

    Geth is Ethereum's most popular execution client by an extremely wide margin. (Clientdiversity.org)
    Geth is Ethereum's most popular execution client by an extremely wide margin. (Clientdiversity.org)

    Cygaar, un educatore Cripto , ha osservato in un post su X che "Ethereum ha una terribile diversità di client", aggiungendo che "Un problema critico in Geth può portare potenzialmente alla distruzione di milioni di ETH da parte dei validatori che eseguono Geth."

    Cygaar ha citato i dati del sito web Execution-diversity.info , sottolineando che popolari scambi Cripto come Coinbase, Binance e Kraken si affidano tutti a Geth per gestire i propri servizi di staking. "Gli utenti coinvolti nei protocolli che eseguono Geth perderebbero i loro ETH" in caso di un problema critico", ha scritto Cygaar.

    DCinvestor, un investitore Cripto pseudonimo con un ampio seguito sui social media, ha affermato in un post su X che avrebbero prelevato i fondi puntati da Coinbase finché la società non avesse trasferito le sue operazioni di validazione a un sistema che si basa meno sul client Geth. "[Io] T posso ignorare i rischi di quella che sembra essere una configurazione di staking per un singolo cliente (dipendente da Geth) in questo momento", ha scritto DCinvestor, aggiungendo che "[io] potrei perdere una grande percentuale del mio deposito" se le cose vanno male.

    Per Daniel Hwang, un esperto di validazione che dirige l'incubatore Kintsugi Tech, l'attenzione sulla diversità dei clienti di Ethereum deriva in parte dal fatto che la rete è mantenuta a uno standard più elevato rispetto alle catene concorrenti.

    "Quasi tutte le altre catene T hanno il tipo di diversità di clienti che ha Ethereum ", ha detto Hwang a CoinDesk in un'intervista. "La maggior parte funziona solo su ONE client."

    "Penso che forse l'asticella sia tenuta più in alto per Ethereum perché è la catena di contratti intelligenti dominante", ha detto.

    Sebbene Geth abbia un ottimo record di affidabilità, Hwang afferma che molti dei validatori di Ethereum lo utilizzano per impostazione predefinita (piuttosto che alternative come Nethermind) per pigrizia. Nella sua esperienza, i validatori "non fanno le proprie ricerche" sui punti di forza e di debolezza del software client concorrente.

    La Fondazione Ethereum esorta i validatori a contribuire a migliorare la diversità dei clienti e Dankrad Feist, ONE dei suoi ricercatori, è stato ampiamente citato questa settimana per un articolo del 2022 in cui implorava i validatori di non utilizzare la maggioranza dei clienti. Lo sviluppo di Nethermind è stato finanziato, in parte, anche da una sovvenzione del 2018 della Ethereum Foundation.

    Hwang ha paragonato il dominio dei Geth nonostante tutto questo a un vecchio adagio economico: "Nessuno viene licenziato per aver acquistato IBM". In altre parole, se tutti gli altri utilizzano Geth, allora sarebbe difficile incolpare anche un validatore emergente per averlo utilizzato, anche se le cose alla fine andassero storte.

    Controintuitivamente, Hwang vede un lato positivo nei recenti bug di Nethermind e Besu.

    "T voglio dire che sia fantastico che un cliente abbia subito un bug, ma penso che sia fantastico se inizia a indurre le persone a pensare alle responsabilità", ha detto. "I validatori avrebbero dovuto controllare da soli queste T invece di prenderle semplicemente dallo scaffale del supermercato e poi alzare la mano quando le cose vanno male."

    Editor Bradley Keoun.

    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.