Coinbase e SEC intervengono con il giudice statunitense sull'applicabilità della legge sui titoli alle quotazioni

Il giudice federale deve ora valutare quella che un avvocato di Coinbase ha definito "una pura questione di diritto" e la sua risposta potrebbe avere grandi conseguenze sul settore Cripto .

AccessTimeIconJan 17, 2024 at 9:38 p.m. UTC
Updated Mar 8, 2024 at 8:18 p.m. UTC
  • Un giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York sta ora decidendo se archiviare o meno il caso della Securities and Exchange Commission contro Coinbase.
  • La decisione dipenderà dalla questione se le transazioni in una dozzina di token crittografici debbano essere classificate come titoli non registrati.

Il caso della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti contro Coinbase approfondisce TON complessità, ma prima di ogni altra cosa, un giudice deve decidere se le transazioni in circa una dozzina di token scambiati sulla borsa statunitense fossero titoli.

  • Digital Assets Are 'More Sensitive' to Interest Rate Hikes: Expert
    13:37
    Digital Assets Are 'More Sensitive' to Interest Rate Hikes: Expert
  • Could Solana's SOL Hit $200 by Month End?
    00:43
    Could Solana's SOL Hit $200 by Month End?
  • Genesis Set to Return $3B to Creditors; Craig Wright Lied to UK Court 'Extensively': Judge
    01:58
    Genesis Set to Return $3B to Creditors; Craig Wright Lied to UK Court 'Extensively': Judge
  • Metaverse Lets Users 'Defy Gravity': VBG Founder
    00:56
    Metaverse Lets Users 'Defy Gravity': VBG Founder
  • Entrambe le parti, la SEC e Coinbase, hanno concordato in un'udienza in tribunale di mercoledì che i token stessi T sono titoli. Gli avvocati della SEC hanno sostenuto che ogni operazione equivaleva a un acquisto da parte di un investitore in un ecosistema di token in cui l'acquirente spera di condividere i suoi guadagni, e fintanto che una ONE di queste transazioni potrebbe essere considerata un contratto di investimento, Coinbase ha infranto la legge sui titoli. . Ma la società ha affermato che si tratta di operazioni sul mercato secondario in cui non è in vigore alcun contratto, quindi T possono essere titoli.

    Coinbase sta cercando di convincere il giudice Katherine Polk Failla del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York a respingere le accuse della SEC secondo cui sta infrangendo la legge. Failla ha deciso di non prendere una decisione dalla panchina e T ha rivelato esplicitamente in che modo governerà mentre ha esaminato 14 pagine di domande che hanno messo in discussione le posizioni sia del regolatore che dell'azienda per più di quattro ore.

    La sua decisione finale – attesa nelle prossime settimane, anche se T ha accennato a una tempistica – si unirà a un miscuglio di altre recenti sentenze dei suoi colleghi giudici nella stessa corte. Ciò rafforzerà la ricerca da parte della SEC di piattaforme crittografiche come scambi non registrati che trattano titoli non registrati, oppure aumenterà le perdite legali dell'agenzia su questo fronte e rafforzerà ulteriormente l'opinione del settore secondo cui il regolatore sta esagerando. In ogni caso, casi simili della SEC contro scambi come Binance e Kraken potrebbero anche ribaltare il punto di vista del giudice Failla.

    "È lo stesso codice informatico, non importa chi ONE noi lo possiede", ha detto Patrick Costello, un avvocato della SEC, sostenendo che l'acquirente ottiene un contratto in qualunque modo ottenga le risorse digitali. "Il token è la chiave che ti introduce nell'ecosistema. Il token non ha valore senza l'ecosistema."

    William Savitt, un avvocato di Wachtell, Lipton, Rosen & Katz che rappresenta Coinbase, ha sostenuto che un "contratto di investimento" - un titolo definito dal cosiddetto test di Howey - richiede in realtà un obbligo contrattuale tra l'emittente del token e il acquirente.

    "Ci deve essere una dichiarazione che intende trasmettere una promessa applicabile", ha detto Savitt. "Se T ce l'hai, allora T hai un contratto."

    La definì "una pura questione di diritto".

    Il giudice è stato attento a non esprimere il suo punto di vista, ammettendo a ONE punto: "Questa è una domanda difficile".

    Costello ha anche cercato di contrastare gli avvertimenti secondo cui la posizione della SEC potrebbe espandere la definizione di titoli a oggetti da collezione come opere d'arte o carte collezionabili, affermando che a tali beni manca l'ecosistema centrale.

    "Gli oggetti da collezione hanno il loro valore", ha detto. "Non c'è modo per qualcuno di rendere più preziosa una figurina di baseball."

    Il giudice Failla ha affrontato un paio di sentenze chiave sui casi di crittografia della SEC, inclusa la sconfitta dell'agenzia contro Ripple e la sua WIN nell'azione Terraform Labs.

    Ha detto che la scoperta del giudice Jed Rakoff in Terraform secondo cui le transazioni di criptovalute erano titoli "non è stata uno shock per me". Ma ciò T implicava che i token venissero quotati su un exchange secondario. "Terraform è abbastanza diverso dai fatti di questo caso."

    Failla ha anche ammesso alcune significative esitazioni nel invocare l'"opzione nucleare" della cosiddetta Dottrina delle Domande Maggiori che, secondo Coinbase, dovrebbe impedire le azioni della SEC finché il Congresso non avrà avuto la possibilità di stabilire leggi sulle criptovalute.

    Durante l'udienza, gli addetti ai lavori del settore cripto hanno accolto l'apparente scetticismo del giudice nei confronti di alcune opinioni dell'agenzia.

    "L'intera udienza è stata molto scettica nei confronti delle affermazioni della SEC", ha pubblicato su X Justin Slaughter, il direttore politico di Paradigm.

    "Questo è un caso abbastanza estremo di un regolatore che vuole avere la sua CAKE e mangiarsela anche lui", ha detto a CoinDesk Dave Rodman, fondatore e socio amministratore di Rodman Law Group. "Dopo tutto, la SEC ha ritenuto Coinbase sufficientemente solido da poter essere quotato in una borsa statunitense, e sembra che stia facendo marcia indietro."

    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.