La bancarotta è stata l'interruttore del circuito di Cripto Winter

Le società hanno spesso disapprovato la bancarotta, considerandola in termini morali come una violazione della fiducia. Ma, sulla scia degli scandali del 2022, il processo ha contribuito a rilanciare il settore Cripto , afferma Michael Casey.

AccessTimeIconFeb 6, 2024 at 6:02 p.m. UTC
Updated Mar 8, 2024 at 9:18 p.m. UTC

Nel corso della storia, le società hanno spesso disapprovato la bancarotta, considerandola in termini morali come una violazione della fiducia e della responsabilità reciproca.

Ma, avendo vissuto e raccontato di una serie di crisi finanziarie, sono diventato piuttosto grato per il processo guidato dai tribunali attraverso il quale il capitalismo moderno affronta questo spiacevole problema. Anche se impone quelli che possono sembrare oneri arbitrari e asimmetrici a coloro che sono rimasti a tenere in mano le borse dei debitori, in questi momenti il ​​fallimento dà il respiro di cui c’è tanto bisogno per recuperare la fiducia del mercato.

  • Digital Assets Are 'More Sensitive' to Interest Rate Hikes: Expert
    13:37
    Digital Assets Are 'More Sensitive' to Interest Rate Hikes: Expert
  • Could Solana's SOL Hit $200 by Month End?
    00:43
    Could Solana's SOL Hit $200 by Month End?
  • Genesis Set to Return $3B to Creditors; Craig Wright Lied to UK Court 'Extensively': Judge
    01:58
    Genesis Set to Return $3B to Creditors; Craig Wright Lied to UK Court 'Extensively': Judge
  • Metaverse Lets Users 'Defy Gravity': VBG Founder
    00:56
    Metaverse Lets Users 'Defy Gravity': VBG Founder
  • Stai leggendo Money Reimagined , uno sguardo settimanale agli Eventi e alle tendenze tecnologiche, economiche e sociali che stanno ridefinendo il nostro rapporto con il denaro e trasformando il sistema finanziario globale. Iscriviti per ricevere la newsletter completa qui .

    Con la polvere che si è depositata in seguito al crollo disordinato di alcuni importanti operatori Cripto nel 2022, mi è venuta in mente quell'idea. Recentemente le proprietà di FTX, Celsius, Genesis, Voyager e altri hanno fatto vari gradi di progresso nei loro sforzi per restituire valore ai creditori, dimostrando come il fallimento possa essere un utile interruttore di circuito .

    Proprio come quei meccanismi automatizzati di interruzione delle negoziazioni che molte borse utilizzano quando la vendita sfugge di mano, il congelamento delle richieste di pagamento e delle richieste di margine interrompe il ciclo di panico che innesca corse agli sportelli e crolli del mercato che si autoalimentano. La bancarotta dà a tutti noi tempo per lasciare che il mercato passi dalla paura all’avidità, quindi una ripresa dei prezzi può iniziare a mitigare le perdite.

    Solo quando il contagio del mercato sarà contenuto, gli investitori potranno valutare con maggiore sobrietà il valore del patrimonio di un immobile. Invariabilmente, quando i fiduciari assumono una gestione professionale e intraprendono la vendita di asset per recuperare fondi, scoprono che il panico era eccessivo e che alcune parti del bilancio sono sottovalutate. Nel frattempo, se l'entità in bancarotta ha un portafoglio di asset liquidi basati su scambi – o li tiene in custodia per altri, come nel caso di molte entità Cripto fallite – ci sono buone probabilità che il loro valore migliori insieme alle condizioni generali del mercato.

    Tali recuperi, ovviamente, non sono garantiti. Ma c'è qualcosa nella naturale volatilità e nella natura ciclica dei Mercati Cripto che significa che, se un creditore riesce a resistere, ci sono buone possibilità di un migliore recupero dei propri crediti.

    Il recupero “pieno” di FTX

    Considera il fallimento del nonno del Cripto Winter: FTX. Il fondatore dell'exchange fallito, Sam Bankman-Fried, è in prigione, condannato per frode su larga scala, ma John J. RAY III, il nuovo CEO incaricato di recuperare il valore della proprietà FTX per conto dei creditori, ha lavorato diligentemente per recuperare gran parte dei soldi perduti. fondi indietro.

    Questa settimana, la società ha annunciato in un atto giudiziario che prevede di ripagare completamente i clienti dell'exchange. La definizione di "completamente" sarà oggetto di qualche controversia in quanto l'azienda utilizza come punto di riferimento la data di dichiarazione di fallimento, due settimane dopo che i problemi di FTX avevano già fatto scendere il prezzo della maggior parte dei token detenuti dai clienti presso l'exchange. Ciononostante, si tratta di un netto miglioramento rispetto ai tempi in cui i crediti dei creditori di FTX venivano scambiati per soli 15 centesimi di dollaro.

    Il fattore più importante nella ripresa sono i Mercati Cripto . Al momento in cui scriviamo, il prezzo del bitcoin si aggira appena sotto i 43.000 dollari, mentre era a circa 18.200 dollari, il punto più basso del mercato ribassista, quando FTX dichiarò bancarotta il 22 novembre. Nello stesso periodo, l'indice CoinDesk 20 dei principali token Cripto ha guadagnato l’88%. Questa marea montante ha sollevato le barche di molti creditori inadempienti.

    A dire il vero, alcuni dei guadagni di alcune aziende in bancarotta vanno a scapito di altre entità in sofferenza. Questa tensione è catturata nella lotta tra FTX e Voyager, l'istituto di credito crollato nell'estate del 2022. A ONE punto, la società di Bankman-Fried era pronta ad acquisire Voyager - un accordo patrimoniale in difficoltà che si è risolto due mesi dopo quando la stessa FTX è fallita. . Nell’ultimo anno, il patrimonio di Voyager è stato bloccato in una battaglia legale con la divisione commerciale di FTX Alameda, che l’ha citata in giudizio per recuperare circa 445 milioni di dollari in rimborsi di prestiti.

    E il gestore di asset digitali Grayscale, una società sorella di un altro finanziatore fallito, Genesis Global Capital – entrambi di proprietà del Digital Valuta Group, ex proprietario di CoinDesk – ha recentemente subito grandi deflussi dopo che la proprietà FTX ha approfittato della recente conversione del Grayscale Bitcoin Trust ( GBTC) in un fondo quotato in borsa (ETF) per vendere circa 1 miliardo di dollari in azioni GBTC. Lunedì, la stessa proprietà di Genesis è andata ONE , chiedendo l'approvazione di un giudice per vendere 1,6 miliardi di dollari di asset fiduciari in Grayscale , la maggior parte dei quali ora nell'ETF Bitcoin .

    Ma questi Eventi fanno anche parte del lavoro di pulizia necessario per stabilizzare il settore. Altrove ci sono altre storie positive. Il mese scorso, Celsius, l’ennesimo finanziatore fallito, è uscito ufficialmente dalla bancarotta, annunciando una distribuzione di 3 miliardi di dollari ai creditori . E questa settimana, il token VGX di Voyager è stato incorporato nel Galachain di GALA Games , una mossa che ad un certo punto potrebbe offrire ai detentori un ulteriore sbocco per la liquidità.

    Biancheria sporca

    Come hanno sottolineato gli avvocati Yesha Yadav e Robert Stark in un articolo Opinioni lo scorso ottobre , le procedure fallimentari hanno riempito il vuoto lasciato dalle autorità di regolamentazione statunitensi che non erano riuscite a elaborare un quadro normativo chiaro per l'industria Cripto . Ciò ha distorto il consueto processo di recupero, perché significava che gli scambi falliti T potevano portare avanti in sicurezza le operazioni per ottenere un recupero dei fondi dei creditori. Per me, questo è più un fallimento del processo politico sulla regolamentazione che un colpo al processo di bancarotta.

    In effetti, Yadav e Stark hanno identificato aree chiave in cui i tribunali fallimentari hanno anche sostenuto importanti principi aziendali che le autorità di regolamentazione non erano riuscite a sostenere. Ci è voluto il loro potere giudiziario per forzare la Dichiarazione informativa del trattamento spaventoso dei conti dei clienti da parte di FTX, Celsius e altri. Tali informazioni ora contribuiranno a dare forma alle riforme.

    Speriamo che la maggior parte dei panni sporchi siano ormai stati svelati e che gli investitori T debbano affrontare presto un'altra resa dei conti brutale. Ma poiché c’era così tanta sporcizia da ripulire, possiamo essere grati per la pulizia fornita dal processo di fallimento.

    Editor Benjamin Schiller.

    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.



    Read more about