Come guadagnare comprando arte: i consigli dell'economista del mercato dell'arte Magnus Resch

Nel suo ultimo libro, l’economista di Yale guida i potenziali acquirenti a non pagare mai più del dovuto per l’arte utilizzando i dati e curando le relazioni. Si scopre che gli NFT hanno un'utilità particolare qui.

AccessTimeIconJan 25, 2024 at 2:58 p.m. UTC
Updated Mar 8, 2024 at 8:39 p.m. UTC

Magnus Resch è stato definito in molti modi: collezionista d'arte, narratore e almeno una volta, dalla CNN, "il principale economista del mercato dell'arte a livello mondiale". Ha gestito gallerie, ha insegnato nella Ivy League e ha cercato di quantificare il mondo spesso opaco dell'arte. collezionismo d'arte.

Nel suo nuovo libro “How to Collect Art”, che sarà pubblicato da Phaidon a febbraio, Resch cerca di dare una risposta obiettiva alla domanda molto soggettiva: quali opere d'arte sono adatte a me? Al di là del mantra “compra ciò che ti piace”, Resch tenta di offrire un approccio sistemico per ottenere effettivamente un profitto collezionando.

  • Inside the CarCroach With Artist Ryan Doyle
    04:29
    Inside the CarCroach With Artist Ryan Doyle
  • Music, Comedy and NFTs With Deadmau5 and Hannibal Buress
    12:02
    Music, Comedy and NFTs With Deadmau5 and Hannibal Buress
  • Music, Comedy and NFTs With Deadmau5 and Hannibal Buress
    12:02
    Music, Comedy and NFTs With Deadmau5 and Hannibal Buress
  • Damon Dash on Auctioning Roc-A-Fella Share via NFT Despite Lawsuit
    07:38
    Damon Dash on Auctioning Roc-A-Fella Share via NFT Despite Lawsuit
  • Resch writes there is a lack of art buyers. (Phaidon)
    Resch writes there is a lack of art buyers. (Phaidon)

    Alcuni consigli sono ovvi, come ricercare e classificare artisti, gallerie, fiere d’arte, case d’asta e collezionisti rivali che creano il mercato. Altre lezioni possono essere apprese solo vagliando montagne di dati o creando connessioni personali con artisti e curatori.

    Si scopre che è facile pagare più del dovuto per un lavoro in un settore che può trovare valore in uno scarabocchio se scarabocchiato nel modo giusto . In nessun luogo ciò è più evidente che nel mondo dei token non fungibili (NFT), che è stato dominato da personaggi dei cartoni animati (tipicamente animali) pensati per essere utilizzati come avatar dei social media.

    Anche se Resch non vede una ripresa di molti progetti NFT, scossi dalla crisi del mercato, crede che la Tecnologie stessa rimodellerà profondamente il funzionamento dell’economia del mercato dell’arte. "Le informazioni sulla provenienza diventeranno più chiare e accessibili, eliminando gran parte della mistica storica che l'industria dell'arte ha, in una certa misura, alimentato", scrive.

    Ciò è importante considerando alcune delle ricerche precedenti di Resch , che analizzavano le informazioni sulle vendite di quasi mezzo milione di artisti in tutto il mondo, e che hanno scoperto che esiste una "rete di gallerie e musei interconnessi" che determina essenzialmente se un artista ha successo nella sua vita. Gli NFT aiutano consentendo agli artisti di stabilire rapporti più stretti con i collezionisti, abbattendo le barriere e rendendo più facile per i collezionisti interessati entrare nel mercato.

    “L’opacità del mercato dell’arte avvantaggia una piccola élite di collezionisti, galleristi e artisti, ma rende più difficile connettersi per la maggior parte degli artisti e degli amanti dell’arte”, ha scritto.

    CoinDesk ha parlato con Resch delle più grandi lezioni per le persone che desiderano dedicarsi al collezionismo d'arte, di come le nuove tecnologie come la blockchain stanno cambiando la pratica e del perché pensa che il problema più grande nella scena dell'arte contemporanea sia la mancanza di acquirenti. L'intervista è stata leggermente modificata e condensata.

    Ti aspetti una ripresa del mercato NFT? E se sì, in che modo? Sarà guidato dal lancio di nuovi progetti o c’è speranza che gli NFT scendano a 0 dollari?

    Mi aspetto che la maggior parte degli NFT manterranno il loro status attuale, che spesso è significativamente inferiore rispetto al picco del loro clamore pubblicitario. Storicamente, l’arte digitale non ha avuto un ruolo significativo nel mercato dell’arte ed è improbabile che possa superare i dipinti come mezzo principale che domina il mercato. Tuttavia, da cinque a dieci artisti digitali, come Refik Anadol, continueranno ad essere rilevanti, poiché si sono integrati con successo nel mercato dell’arte tradizionale e nelle sue istituzioni.

    Quali sono gli spunti principali che il tuo libro offre agli aspiranti collezionisti d’arte?

    È duplice: il mio libro ti aiuta a identificare gli artisti che si adattano alle tue preferenze. Ad esempio, se acquisti per motivi di investimento, fornisco indicazioni su come identificare gli artisti con potenziale di investimento. In secondo luogo, fornisce informazioni su come funziona veramente il misterioso mercato dell'arte, guidandoti su quali gallerie acquistare, quali curatori Seguici, quali fiere visitare, in modo da non pagare mai più del dovuto. In sostanza, l’obiettivo è trasformarti in un acquirente informato ed esigente.

    Come percepisci gli attuali ostacoli che il mercato dell'arte deve affrontare?

    Il mercato dell’arte è alle prese da tempo con una carenza di nuovi acquirenti. Nonostante il numero globale di milionari sia raddoppiato nell’ultimo decennio e un aumento della partecipazione agli Eventi artistici, il valore del mercato dell’arte è rimasto stabile. Questa disparità sottolinea un problema di conversione, poiché i nuovi ricchi non riescono a trasformarsi in modo fluido in acquirenti d’arte. Credo che una combinazione di istruzione, intrattenimento e trasparenza possa svolgere un ruolo fondamentale nel convertire un numero maggiore di appassionati d’arte in acquirenti attivi. Il mio nuovo libro è un contributo a questo obiettivo e ho osservato iniziative simili emergere da gallerie, musei e case d'asta. Un aumento del numero di acquirenti è fondamentale per sostenere gli sforzi di artisti, galleristi, consulenti e musei nel mondo dell’arte.

    SingleQuoteLightGreenSingleQuoteLightGreen
    L’arte digitale è destinata a svolgere un ruolo più sostanziale in futuro e si spera che ottenga una maggiore rappresentanza nei musei e nelle istituzioni artistiche affermate
    SingleQuoteLightGreenSingleQuoteLightGreen

    Quali lezioni può trarre il mercato dell’arte dall’hype NFT nel 2021 e quali effetti duraturi rimangono?

    I tre punti chiave sono: in primo luogo, gli artisti hanno la capacità di costruire il proprio seguito e soddisfare questi acquirenti. In secondo luogo, attraverso la trasparenza dei prezzi, la provenienza verificabile e i bassi costi di transazione si crea un mercato più ampio con maggiore liquidità. In terzo luogo, le istituzioni artistiche tradizionali mantengono ancora il loro valore e T scompariranno.

    Allo stesso modo, cosa T si ripeterà nello spazio NFT dopo il crollo del mercato? (cioè lezioni apprese?)

    Essere un artista è impegnativo. Il valore duraturo viene stabilito principalmente quando le opere vengono esposte in istituzioni rispettabili. La presenza fisica ha ancora importanza per l’arte digitale. Per avere successo come artista digitale, è ancora necessario l’appoggio e il sostegno delle istituzioni tradizionali consolidate.

    Dove anticipi la traiettoria del mercato dell’arte e che significato hanno gli NFT nel modellarlo?

    L’introduzione della Tecnologie blockchain e i vari modi di utilizzarla hanno il potenziale per cambiare il mercato dell’arte in un modo che non potrebbe essere realizzato altrimenti. La convergenza tra arte digitale, Cripto e Tecnologie blockchain comporterà un profondo cambiamento strutturale nell’ecosistema dell’arte. I collezionisti T acquisteranno se un'opera non è registrata sulla blockchain. Gli artisti eserciteranno un maggiore controllo sul proprio lavoro e guadagneranno royalties dalle rivendite. Sempre più collezionisti popoleranno un mercato trasparente. E il mercato dell’arte diventerà più regolamentato, in meglio. Ciò T avverrà immediatamente e, inizialmente, altre industrie del lusso dovranno adottarlo. Il mercato dell’arte di solito segue piuttosto che prendere l’iniziativa come primo motore.

    Il mercato dell’arte è pieno di riciclaggio di denaro. Ti aspetti che lo stesso metastatizzi negli NFT?

    È importante dissipare questa percezione errata: sebbene, come qualsiasi altro settore, possano esserci elementi criminali, è fondamentale riconoscere che tali casi non sono rappresentativi dell'intero mercato dell'arte. I casi di riciclaggio di denaro sono presenti in vari settori e il mercato dell’arte non è l’unico soggetto a questo problema. Inoltre, questi eventi influiscono principalmente sulla fascia più alta del mercato, coinvolgendo meno dello 0,1% di tutti gli artisti espositori.

    Artisti preferiti personali che lavorano con gli NFT?

    Kevin Abosch, Operatore, Refik Anadol, Claudia Hart, Vera Molnár, Sasha Stiles, IX Shells

    La "Cripto arte" dovrebbe essere considerata una categoria unificata? Distinto dalle altre belle arti?

    Certamente no. In passato, quando la fotografia e il video sono emersi nel mercato dell’arte, hanno dovuto affrontare difficoltà per essere riconosciuti come parte del panorama artistico tradizionale. Allo stesso modo, l’arte digitale è pronta a svolgere un ruolo più sostanziale in futuro, e c’è la speranza che ottenga una maggiore rappresentanza nei musei e nelle istituzioni artistiche consolidate. Il Buffalo AKG Art Museum, ad esempio, è all’avanguardia in questo movimento. Distinguere la "Cripto " dalle "belle arti" potrebbe innescare un dibattito inutile sulla definizione Cripto . Dal mio punto di vista, è semplicemente arte.

    Disclosure

    Si prega di notare che il nostro politica sulla privacy, termini di uso, cookies, e non vendere i miei dati personali è stato aggiornato.

    CoinDesk è un premiato media che copre l'industria delle criptovalute. I suoi giornalisti si attengono a un rigido insieme di politiche editoriali. Nel novembre 2023, CoinDesk è stato acquisito dal gruppo Bullish, proprietario di Bullish, uno scambio di attività digitali regolamentato. Il gruppo Bullish è di proprietà in maggioranza di Block.one; entrambe le società hanno interessi in una varietà di attività di blockchain e di asset digitali e detenzioni significative di asset digitali, inclusi bitcoin. CoinDesk opera come una sussidiaria indipendente con un comitato editoriale per proteggere l'indipendenza giornalistica. I dipendenti di CoinDesk, compresi i giornalisti, possono ricevere opzioni nel gruppo Bullish come parte della loro compensazione.


    Learn more about Consensus 2024, CoinDesk's longest-running and most influential event that brings together all sides of crypto, blockchain and Web3. Head to consensus.coindesk.com to register and buy your pass now.



    Read more about